ASCOLI PICENO – Non sono ancora chiari i motivi per cui l’ascolano A.O., intorno alle 8:50 di domenica mattina, abbia perso l’equilibrio della sua bici mentre percorreva Via del Commercio. Una distrazione o forse un’avaria del velocipede ha portato il giovane ciclista, classe 1971 residente a Porta Maggiore, a schiantarsi contro la parte posteriore di una Fiat Punto, guidata dalla settantatreenne P.T., frantumando il lunotto del veicolo.

L’incidente ha avuto luogo in via del Commercio, all’altezza dell’officina Cannellini, e subito dopo sul posto arrivano gli uomini del Pronto Intervento, prestando i primi soccorsi al ragazzo che giaceva a terra incosciente. Dopo le prime cure di rito A.O. viene portato al Mazzoni di Ascoli e, data la gravità del caso, anche se i medici si dicono ottimisti, viene subito indotto in coma farmacologico, in seguito al forte trauma cranico riportato nell’ impatto.

La Polizia Stradale è in fase di analisi, per una precisa ricostruzione della dinamica dell’incidente, e successivamente verrà inviata una copia degli atti relativi al sinistro, dietro autorizzazione del Pubblico Ministero, alla Procura di Ascoli Piceno. Procedura standard per incidenti di questo tipo.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 589 volte, 1 oggi)