ASCOLI PICENO – A distanza di pochi giorni dall’allarme lanciato da Mario Andrenacci, Presidente dell’Anci, sul rischio dèbacle dei comuni marchigiani, dopo aver sborsato ben 43 milioni di euro per arginare i danni del nevone dell’inverno scorso, l’ennesimo sollecito inviato all’indirizzo di Mario Monti e al Sottosegretario della Presidenza del Consiglio, Antonio Catricalà.

A scrivere, martedì 10 luglio scorso, sono gli Onorevoli del PD Luciano Agostini e Sandro Brandolini che rinnovano l’invito al Presidente del Consiglio di assumere a stretto giro “concrete iniziative per fronteggiare le spese determinate dall’emergenza neve dello scorso inverno, su ulteriore richiesta degli Amministratori Locali dei nostri territori”.

“Come certamente lei saprà – spiegano Agostini e Brandolini al Presidente Monti – la situazione degli Enti Locali non consente in nessun modo di far fronte alle cospicue spese del tutto impreviste dovute alla calamità sopra richiamata. Tutto questo sta determinando non solo una difficoltà alle Amministrazioni Pubbliche ma anche alle imprese private, che hanno fatto investimenti in attrezzature e svolto lavori per decine di milioni di euro, le quali rischiano un vero e proprio fallimento derivante dall’oramai insostenibile ritardo e per la mancanza di una qualsiasi certezza sui tempi di pagamento”

Agostini e Brandolini ricordano poi l’impegno di questi mesi da parte di tutti i parlamentari delle zone colpite dall’emergenza neve. Un impegno fatto di “emendamenti ed ordini del giorno per impegnare il Governo a risolvere in tempi brevi il problema”, per concludere con una proposta concreta: “il 6 luglio 2012 è stata pubblicata la legge, voluta ed approvata dal Parlamento, che riduce del cinquanta per cento il finanziamento pubblico ai partiti, e che all’articolo 16 destina i risparmi al fondo di Protezione per interventi conseguenti ai danni provocati da eventi sismici e calamità naturali. Pertanto, considerato che la riduzione del finanziamento pubblico ai partiti determina risparmi immediati, siamo con la presente a chiederle di utilizzare almeno una parte delle risorse disponibili per l’emergenza neve nei territori sopra richiamati “.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 175 volte, 1 oggi)