ASCOLI PICENO – Nel giorno dell’arrivo del primo rinforzo in attacco per mister Silva, ecco che l’Ascoli deve registrare la prima ‘grana’ della stagione: l’attaccante senegalese N’Diaye Papa Waigo non si è presentato ieri al raduno della squadra bianconera, come fissato con la società, facendo irritare i massimi dirigenti bianconeri. Il calciatore, infatti, è in procinto di trasferirsi altrove (metà preferita Al Wahda, a Dubai), ma non è ancora riuscito a trovare un accordo che accontentasse sia lui che corso Vittorio Emanuele. Da qui, pare, l’inizio del conflitto che ieri si è manifestato con la mancata presentazione nella sede del ritiro. La società ha fatto sapere che prenderà tutti i provvedimenti del caso.

Tornando a parlare del futuro dell’attacco bianconero, dicevamo dell’arrivo di un nuovo centravanti. Si tratta di Simone Zaza, classe ’91, giunto in prestito dalla Sampdoria e un passato con le giovanili dell’Atalanta. Un vero colpo, perché sull’attaccante c’erano diverse squadre di serie B, ben 14, come ha confermato lo stesso ds bianconero De Matteis lunedì scorso. E ieri, Zaza, che nello scorso torneo di Viareggio ha chiuso con 9 gol in 16 partite, si è allenato per la prima volta con i nuovi compagni al ‘Città di Ascoli’, dopo essersi sottoposto alle consuete visite mediche.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 665 volte, 1 oggi)