OFFIDA – Si avvia alla chiusura la seconda edizione di Ciborghi, il Festival delle Cucine dei Borghi più Belli d’Italia. Una seconda edizione caratterizzata dalla lunga durata, ben 10 giorni, fino al 22 luglio e da un grande successo di pubblico che ha sancito la definitiva affermazione dell’evento.

Il fine settimana si prospetta molto positivo se è vero che l’affluenza è cresciuta con il passare dei giorni e i commenti sulla proposta gastronomica sono stati entusiasti. Anche il week end sarà caratterizzato da circa trenta nuovi piatti con l’arrivo della delegazione di Arquà Petrarca (Veneto) che presenterà, grazie alla collaborazione del Wigwam Club, la classica insalata di gallina padovana e dal crostino di Lardo della Saccisica con pepe rosa.

L’Abruzzo sarà rappresentato da Tagliacozzo con tre ricette a base di tartufo estivo fresco, mentre per la Puglia Locorotondo presenterà un piatto cult a base di orecchiette al sugo con braciola di maiale.

Ma la vera chicca sarà rappresentata dal risotto con lo zafferano dop di Navelli (Aquila) un prodotto artigianale di grande pregio culinario. Spazio, ovviamente, anche alle Marche che sarà rappresentata da Grottammare con i boccolottoni al sugo di castrato, Matelica con l’oca al profumo di miele e arancio, Montefiore dell’Aso con la macedonia alla pimpinella e Offida con i maccheroncini di Campofilone al sugo classico.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 626 volte, 1 oggi)