COLLI DEL TRONTO – Si chiama In_Testo Con_Testo Ri_Contesto, l’esposizione da due anni itinerante fiore all’occhiello dell’expò di “Carta Canta”, il festival civitanovese di “tutto ciò che è di Carta”.

Ogni anno Carta Canta, come è nella sua natura, si modifica, applicando terminologie e movimenti sempre nuovi al contesto Arte. Quest’anno memore dell’esperienza passata con il prestito artistico di “In_Testo, Con_Testo e Ri_Contesto” alla città di Martinsicuro e conscia di quanto le incursioni in territori inediti siano importanti al fine della diffusione del messaggio artistico, amplia i suoi orizzonti e si propone con un’anteprima che precede in ordine di tempo, l’edizione 2012 di “Carta Canta Grafic Fest” che si terrà come ogni anno a Civitanova Marche nel mese di ottobre. Ad ospitare l’anteprima dell’ormai nota rassegna, quest’anno è il Comune di Colli del Tronto che con il Palazzo Pardi sarà sede di Ri_Contesto, la sezione video novità per il 2012. Il tema dell’anteprima rappresenta per la prestigiosa manifestazione arrivata ormai alla sua IX edizione, il punto di contatto con i nuovi linguaggi dell’Arte. L’intenzione che muove il progetto espositivo in due tappe, nasce dal pensiero che si l’Arte è Arte, ma gli spazi espositivi, i luoghi che racchiudono questi spazi, il tempo delle esposizioni, sono fattori di primissimo piano, capaci di volta in volta di modificare l’oggetto artistico e il complesso istallativo finale. Le peculiarità differenti che le sedi espositive offrono, sono l’incipit degli artisti per la realizzazione finale del prodotto di “Carta” che non è mai uguale a se stesso, proprio perchè il contenuto non può prescindere dal contenitore. In un crescendo istallativo unico nel suo genere, la mostra si va costruendo.

“Ri contestare”, tenendo presente i luoghi. “Ri contestualizzare”, attraverso il modo dei nuovi media, il pretesto di Carta.  Ri_Contesto è il principio della storia di Carta, che quest’ anno ci accompagna in un percorso sia fisico che emotivo del Libro d’Artista. Il 2012, vuole un’ Expò fatta di antitesi, legata a uno degli “Aldilà di Carta” di cui già nel 2010 si delineavano le forme, le immagini e sopratutto certe bizzarre, fastidiose spesso, soluzioni di continuità. Palazzo Collina è la prima tappa eccellente di un esperimento legato ai luoghi e alle memorie di cui sono depositari. L’indagine che ci apprestiamo a visionare da una parte analizza gli spazi, dall’altra vi si appoggia. Si appoggia metafisicamente al rapporto che viene a crearsi fra gli individui e quegli spazi stessi, il medium del nonluogo, per questa occasione è il video. 5 stanze, 5 artisti, 5 decodificazioni, 5 petite nécessaire. Le soluzioni al tempo e al luogo, sono inaspettate come le visoni prodotte. Ri_Contesto pone l’accento sull’opera come processo, sull’architettura come ambiente e sul rifiuto di una possibile contraddizione fra le stesse. Palazzo Collina, non è il luogo deputato all’Arte, non è in grado di soddisfare le richieste estetiche della maggior parte degli artisti. Eppure inevitabilmente oggi con Ri_contesto si lega con le sue memorie, alle Storie dell’Arte.

Gli artisti chiamati ad intervenire al progetto sono, Andrea Allemanno, Lara Pignotti, Federica Simonetti, Albert Figurt, Stefano Teodori. Ad aprire la serata, la performace di Light painting Signes de lumiére” alle 22.00, seguirà dal concerto jazz per piano e sax di Stefano Cicconi e  Berny Lavolo alle 22.30 e la degustazione dei vini dell’azienda “Vigneti Vallorani”.

Hanno Patrocinato l’evento, la Regione Marche, il Comune di Civitanova, il Comune di Colli del Tronto e Carta Canta. Presenzieranno all’inaugurazione, il curatore Antonio del Gatto, l’ideatore della manifestazione l’architetto Luciano Mei e l’Assessore alla Cultura del Comune di Colli del Tronto Andrea Cardilli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 205 volte, 1 oggi)