ASCOLI PICENO –  Un insopportabile stato di sofferenza sarebbe il motivo del tentato suicidio di una donna che, intorno alle 2:00 della notte tra mercoledì e giovedì, stava per lanciarsi dal ponte di Porta Romana. Si tratta di G.C., classe 1946, ascolana di origine e non nuova a gesti inconsulti di questo tipo.

Fortunatamente alla tragica scena hanno assistito alcuni testimoni che, dopo aver visto la donna uscire dalla sua Fiat 500 e scavalcare il parapetto del ponte, hanno subito telefonato in Questura per dare l’allarme. G.C. aveva già il corpo proteso verso il vuoto, e se non fosse stato per l’intervento fulmineo della pattuglia di polizia, arrivata sul posto giusto in tempo, a quest’ora non ci sarebbe stato più nulla da fare. Gli agenti riescono a raggiungerla in pochi attimi, afferrandola per il corpo ed impedendole, così, di buttarsi nel fiume Tronto.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 888 volte, 1 oggi)