CASTEL DI LAMA- “È pur vero che il Comune di Castel di Lama sta tentando d’incrementare il più possibile la raccolta differenziata dei rifiuti, ma quell’isola ecologica, se così la si vuol gentilmente chiamare, a nemmeno 100 metri dalla casa comunale, è davvero una vergogna”. A denunciarlo è il vicesegretario provinciale dell’Udc, Ignazio Buonopane, che in una nota fa il punto della situazione sulle condizioni precarie di una discarica che raccoglie rifiuti di vario genere.

“Recentemente – spiega Buonopane – abbiamo ricevuto varie segnalazioni su una vera e propria discarica di rifiuti speciali nei pressi del Municipio di Castel di Lama. Ci siamo subito informati sui motivi per i quali a nemmeno 100 metri dall’edificio comunale sorgesse un immondezzaio di rifiuti ingombranti e speciali, come elettrodomestici, copertoni di auto e quant’altro, apprendendo che si tratta di un punto di raccolta di rifiuti. In pratica un isola ecologica che, però, vista la posizione e le condizioni in cui si trova si fa molta difficoltà a definirla tale”.

La discarica – continua l’alto esponente dell’Unione di Centro-, innanzitutto, sorge su un terreno di fatto accessibile a tutti, privo di ogni recinzione, anche solo indicativa, nonché sprovvisto di ogni segnalazione. Si tenga conto che nella zona oltre alla sede comunale c’è anche un asilo, oltre a numerose abitazioni ove risiedono tante giovani coppie con bambini. Il terreno dove giacciono questi rifiuti è sfornito di ogni delimitazione anche nel suolo, quindi liquidi e sostanze inquinanti rischiano di disperdersi e finire addirittura in un fosso che sorge proprio a ridosso dell’isola ecologica”.

“Confortati dai risultati finora raggiunti nella raccolta rifuiti dall’Amministrazione comunale di Castel di Lama – conclude Buonopane – e fiduciosi negli impegni presi dalla stessa per arrivare anche ad un 65% della differenziata, siamo certi che in tempi brevissimi, senza se e senza ma, sarà posto rimedio a quella vergognosa gestione, sebbene transitoria, di rifiuti speciali. La nostra preoccupazione è che quella nefanda ed irresponsabile gestione possa rappresentare oltre che una fonte d’inquinamento anche un grande pericolo per i più piccoli. Finora il maggior numero di discariche abusive sono state rinvenute e denunciate anche da noi nel territorio del Comune di Ascoli Piceno, quindi siamo certi che per l’Amministrazione lamense si tratti solo di un incidente di percorso”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 338 volte, 1 oggi)