ASCOLI PICENO – Ci sono voluti 2 mezzi e 5 uomini del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Ascoli Piceno, oltre a svariate unità della Protezione Civile, per spegnere l’incendio divampato oggi, poco dopo le 13:30, nella zona boschiva di Valle Castellana.

Le fiamme, nella zona di confine tra Marche e Abruzzo,  hanno mandato in fumo 2 ettari di boscaglia, e la zona impervia che ha interessato il rogo ha creato non pochi problemi agli esperti intervenuti, riuscendo comunque a sedare l’incendio dopo circa tre ore di intervento.  Tutt’ora al vaglio dei pompieri di Ascoli Piceno le cause dell‘innesco della combustione. 

“Anche dopo lo spegnimento le fiamme potrebbero tornare più vive che mai – dichiara un portavoce della sede dei Vigili del Fuoco di Ascoli -. A volte la presenza di piccoli focolai o bracieri, alimentati dal vento, potrebbero essere in agguato ovunque, ed è per questo che di solito non lasciamo mai subito l’area interessata senza prima aver effettuato un’ adeguata opera di bonifica, finalizzata ad eliminare del tutto eventuali altri inneschi secondari, non per questo meno pericolosi“.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 218 volte, 1 oggi)