ASCOLI PICENO – Palazzo san Filippo ha approvato, in questi giorni, una serie di provvedimenti che disciplineranno l’attività venatoria della prossima stagione. Tra le nuove misure adottate c’è anche quella che va a ripristinare la caccia libera. Questa potrà essere praticata nelle giornate del 16, 23 e 30 agosto in alcune aree protette: nella zona di ripopolamento e cattura (zrc) di Ripatransone-Acquaviva-Monteprandone-Pescolla; nel centro pubblico di riproduzione di Rovecciano,  Folignano, Montemoro.

In questi territori potranno svolgere attività venatoria solo: i cacciatori residenti nell’ambito territoriale competente; i proprietari o i conduttori dei fondi (che abbiano una superficie di minimo2 ettari) situati nella zona purché siano titolari di regolare licenza. La caccia liberà continuerà però a essere vietata nella  zona di ripopolamento e cattura di Pescolla, per cui lì permarrà il divieto di caccia.

Nei territori suddetti si è stabilito inoltre che: l’addestramento dei cani sarà praticabile dal 15 agosto, con la sola eccezione della zrc di Pescolla per la quale rimarrà in vigore il divieto; da ottobre verranno tolte le tabelle delimitanti il perimetro delle aree protette così che queste saranno restituite alla caccia programmata, con possibilità di accesso a tutti, secondo il calendario venatorio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 159 volte, 1 oggi)