FOLIGNANO – “Attenzione: nei giorni scorsi ignoti hanno trafugato le tele di “S. Andrea Avellino” e “Madonna con Bambino, S. Marco e S. Emidio” dalla chiesa di San Benedetto di Folignano. Chiunque avesse notizie utili, o avvistasse le Opere in mercatini o altro, può contattare immediatamente i Vigili Urbani allo 0736-491616, o i Carabinieri di villa Pigna allo 0736-491263. Grazie a tutti per la collaborazione”.

Questo l’appello lanciato dal comune di Folignano in seguito al furto, avvenuto 2 giorni fa, di due dipinti dalla chiesa di San Benedetto di Folignano. Due tele antiche non solo di grande valore storico-culturale, ma  che da sempre hanno rappresentato, per l’intera comunità, l’anello di congiunzione tra devozione e tradizione.

Dei tre altari della chiesa il maggiore è dedicato a San Benedetto, con un quadro che rappresenta Gesù Crocifisso, ai piedi del quale c’è un sacerdote con cotta e berretta in mano. Alla destra  c’è Santa Scolastica in lacrime,e alla sinistra San Benedetto con un bastone in mano. Il secondo, esposto a mezzogiorno, è dedicato a San Giovanni Battista, anche se mostra le immagini della Madonna del Rosario, di San Marco e di Sant’Emidio.

Il terzo, dirimpetto al precedente, è stato eretto in onore di Sant’Andrea Avellino, dal curato don Pietro Massi e con il contributo dei devoti, luogo in cui era posta la tela sottratta raffigurante Sant’Andrea Avellino con i paramenti sacri, nel momento in cui viene colto da morte improvvisa mentre celebra l’eucarestia.

Le indagini ufficiali per il ritrovamento delle preziose tele sono state affidate ai Carabinieri di Villa Pigna, in stretta collaborazione con un reparto di Ancona specializzato in questo genere di casi, che ha preso in esame l’inchiesta effettuando subito un sopralluogo sul posto. La chiesa si trova alla fine della frazione folignanese, fuori dal centro abitato, ed in questo periodo è facile che un furto del genere possa essere stato messo a segno senza che nessuno se ne accorgesse, considerato anche l’esiguo numero di residenti.

“Questi dipinti sono parte della storia di Folignano – commenta il sindaco di Folignano, Angelo Flaiani, sulla sua bacheca facebook -. Hanno un inestimabile valore affettivo per molti folignanesi e per generazioni di cittadini di San Benedetto di Folignano che ancora oggi, seppure lontani, mantengono un forte legame con il borgo e con il Santo Patrono S. Andrea Avellino. Non ci puo’ essere gesto piu’ infame. Ed e’ per questo che non avremo pace finche’ non saranno al loro posto”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 737 volte, 1 oggi)