ASCOLI PICENO –  A più di 10 giorni dalla fine dell’edizione 2012 della Quintana di Ascoli, il consigliere regionale dell’UDC e componente del cda dell’Ente Quintana, Valeriano Camela, rammenta a tifosi, appassionati e non solo, la ricorrenza principe  dell’evento più importante della città delle cento torri. “Voglio ricordare – scrive Camela in una nota – che il 2014 è l’anno del 60° anniversario della Quintana di Ascoli, ed è l’occasione per trasformarla, per quella data, in un evento a risonanza nazionale. Nessuno ancora ne parla, ma ritengo che già da oggi si debba cominciare ad elaborare in questo senso un progetto di valorizzazione della manifestazione”.

“La Quintana, uno dei più importanti biglietti da visita della città di Ascoli, può e deve rappresentare un formidabile veicolo di promozione dell’intero territorio piceno e  delle sue innumerevoli eccellenze. Inoltre ha la potenzialità per esprimere la forza mediatica utile ad attirare stabilmente i riflettori nazionali sulla manifestazione e, di riflesso, sul territorio piceno. Questo è l’obiettivo prioritario da perseguire. Le apprezzabili iniziative, di volta in volta avviate grazie anche alla determinante collaborazione dei Sestieri, ma purtroppo isolate, hanno generato curiosità ed interesse circoscritti sostanzialmente alla comunità locale. Occorre invece un respiro più ampio”.

Camela propone, infatti, di inserire un personaggio dello spettacolo nel corteo di ogni sestiere, “la qual cosa connoterebbe la Quintana di Ascoli come un evento VIP, con immancabile richiamo dei mass-media, anche grazie alla potente ed interessata amplificazione pubblicitaria esercitata dalle agenzie di promozione, di cui si avvalgono i singoli personaggi. E magari quella condizione che ha visto fino ad oggi l’Ente Quintana elemosinare dalla Rai la ripresa in diretta della Giostra, comunque insoddisfacente per lo scarso numero di telespettatori, potrebbe addirittura essere ribaltata dall’interesse delle TV pubbliche e private verso il “Prodotto Quintana” così confezionato.”

Il cerchio si chiuderebbe  – secondo il consigliere – offrendo ospitalità ai personaggi famosi coinvolti “nelle strutture ricettive di maggior pregio presenti nel territorio piceno, accompagnandoli, inoltre, nel percorso di conoscenza  delle eccellenze presenti”. E’ fuori discussione che un progetto di questa portata implica un forte impegno organizzativo e finanziario, oltre che un cambio di passo nelle politiche di sviluppo delle attività quintanare e di promozione del territorio, “ma sono convinto che tale progetto, qualora confermata la validità dell’impianto, troverà adeguato supporto dalle Istituzioni Pubbliche, e favorevole sostegno tra i numerosi illuminati imprenditori locali, alcuni dei quali già interpellati.”

“Comunicherò ufficialmente al Presidente dell’Ente Quintana la mia proposta di valorizzazione della manifestazione – conclude Valeriano Camela -, in vista della ricorrenza del sessantennale e, in qualità di rappresentante della Regione nel cda dell’Ente Quintana, mi farò carico di quanto di competenza per la migliore riuscita della manifestazione, sollecitando soprattutto la Regione Marche per la necessaria programmazione degli impegni finanziari”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 657 volte, 1 oggi)