SPINETOLI – L’oasi “La Valle” di Pagliare del Tronto ha fatto da cornice, giovedì 23 agosto, al primo appuntamento di “Piceno di Travertino”, la manifestazione promossa dalla Provincia in collaborazione con 4 Comuni del territorio (Ascoli, Acquasanta, Spinetoli e San Benedetto) e la Regione Marche.  A dare il simbolico taglio di inizio all’evento “Simposio di Scultura” è stato l’Assessore alla Cultura e Identità Locali Andrea Maria Antonini, alla presenza del primo cittadino Angelo Canala, dell’assessore Carlo Damiani e di Francesco Amici, consigliere comunale di Acquasanta, località che insieme al comune di Spinetoli ospiterà, ad anni alterni, la rassegna.

“La Provincia intende celebrare in tutta la sua bellezza e in tutto il suo carico di storia una pietra simbolo del Piceno – ha dichiarato Antonini –. Il travertino costituisce infatti non solo un materiale prezioso e raffinato per abbellire edifici, interni e monumenti cittadini, ma è anche un qualcosa di vivo e tangibile che prende forma grazie alla sapiente opera e all’abilità creativa di scultori e scalpellini”.

Presenti all’incontro anche gli artisti: Giuseppe Straccia, Maurizio Toccaceli, Emidio Sturba, Cristina Kanaan, Francesca Bianconi, Emanuele Rubini, Claudio Michetti, protagonisti dell’iniziativa che li vedrà impegnati, per oltre sette giorni, nella lavorazione e nella rifinitura dei blocchi di pietra bianca, disposti nei pressi del L’Oasi in un ideale percorso circolare. Sculture che saranno presentate nel corso della cerimonia di chiusura in programma sempre nel comune di Spinetoli domenica 2 settembre (ore 19.30). “Opere che una volta completate orneranno angoli e strade del nostro magnifico territorio” –, come ha ricordato il sindaco Canala.

A rallegrare la serata, alla presenza di un nutrito pubblico, infine, un gustoso buffet accompagnato da musica popolare e passi di danza.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 186 volte, 1 oggi)