MONTALTO MARCHE – Estorsione, truffa e circonvenzione di incapaci. Queste le pesantissime accuse a carico di P.R. di 37 anni, arrestato dai Carabinieri di Montalto perché colto in flagranza di reato, e di A.A. di 43 anni, denunciato a piede libero. Entrambi originari di Napoli, erano ufficialmente due venditori di corredi per la casa, e da tempo avevano concluso un affare con una pensionata di 77 anni, originaria di Carassai, alla quale avevano venduto innumerevoli oggetti, tra cui una poltrona relax. Il tutto per un importo pari a 6.000 euro.

La loro strategia criminale scattava, però, dopo aver pattuito il prezzo. I 6.000 euro iniziali sono diventati, infatti, 30.000 euro in soli 2 anni. Cifra pretesa dai 2 sedicenti venditori anche con raggiri e minacce fisiche, di fronte alle quali, però, la donna ha avuto il coraggio di sporgere denuncia ai Carabinieri.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 141 volte, 1 oggi)