ASCOLI PICENO – Si è riunita ieri, lunedì 27 agosto, ad Ancona la giunta della Regione Marche per riprendere i lavori dopo la pausa estiva affrontando subito i temi caldi che saranno all’ordine del giorno per il prossimo autunno: lavoro e occupazione, sanità e riordino delle Province.

Per quanto riguarda il lavoro, sulla scia dei dati preoccupanti che riguardano l’occupazione, in particolare quella giovanile, sia a livello nazionale che regionale, “la Regione – ha detto il presidente Gian Mario Spacca – continuerà il suo impegno per favorire le opportunità necessarie per la coesione sociale e il benessere della comunità. In tal senso, come era stato annunciato già lo scorso giugno, si sta lavorando per inserire nel prossimo assestamento di bilancio un progetto speciale finalizzato al sostegno dell’occupazione giovanile“.

Altro tema affrontato la sanità. Preso atto delle novità contenute nella proposta di riforma sanitaria voluta dal ministro Balduzzi, è stata evidenziata nel corso della riunione di Giunta la necessità di avviare un confronto con i medici di base, che tenga attentamente in considerazione gli stretti vincoli di bilancio che definiscono la programmazione sanitaria regionale.

Infine il riordino delle Province, materia contenuta nell’articolo 17 del decreto governativo sulla revisione della spesa (o “spending review”). “La Regione Marche – ha dichiarato Spacca – sta valutando la questione molto attentamente attraverso il lavoro dei nostri esperti in materia costituzionale di cui stiamo attendendo le valutazioni e i pareri richiesti“.

Esistono margini di tempo, infatti, per la presentazione di un eventuale ricorso, possibile fino al 15 ottobre prossimo, e quindi per affrontare compiutamente e razionalmente l’argomento. In ogni caso, è necessario attendere il pronunciamento del CAL (il Consiglio delle Autonomie Locali), a cui lo stesso articolo 17 del decreto sulla spending review ha assegnato il compito di proporre un’ipotesi di riordino delle Province, nel rispetto dei parametri fissati dal Governo, ossia i 350.000 abitanti e i 2.500 kmq. di estensione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 108 volte, 1 oggi)