ASCOLI PICENO – Una discarica abusiva a cielo aperto rinvenuta in un terreno incolto, forse abbandonato,  nella zona industriale di Ascoli, nei pressi di Via Palude. L’ennesima “Zona Franca” – facilmente raggiungibile percorrendo l’asse centrale e girando sulla sinistra, subito dopo il ponte del canale attualmente in secca – è stata scoperta da Giampiero Giorgi, segretario provinciale dei Democratici Ecologisti di Ascoli, che ha subito messo in allerta le forze dell’ordine, con tanto di denuncia, foto dei numerosi sopralluoghi che egli stesso ha effettuato, e verbale di ratifica allegato e depositato ieri ai Carabinieri di Ascoli.

Nell’area interessata lo scenario presentava dettagli allarmanti: pneumatici, accessori per auto, vetri, paraurti, poltrone, sedie, elettrodomestici e altro. Dettagli, in realtà, non tanto diversi da quelli che normalmente appaiono in una tipica “Terra di Nessuno”, lontana da occhi indiscreti, facilmente raggiungibile, e per questo presa di mira da coloro che non amano fare della raccolta differenziata uno stile di vita.

Alla denuncia Giampiero Giorgi ha allegato delle foto scattate in più momenti ( il 18 aprile, il 9 maggio, il 31 luglio e il  30 agosto 2012); e considerato il perdurare della situazione ha ritenuto opportuno segnalare la cosa alle forze dell’ordine, per verificare se quella zona risulta essere, effettivamente, una discarica autorizzata. Anche se, viste le foto, non sembra proprio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 282 volte, 1 oggi)