ASCOLI PICENO – Presentato nella sala consiliare della provincia il progetto “Traguardo Prevenzione”, promosso dallo Iom di Ascoli, insieme alla provincia e all’asur 5. L’associazione, nata nel 1996 per offrire assistenza domiciliare ai malati oncologici, ha elaborato un complesso lavoro per fare prevenzione e combattere i tumori femminili.

Con lo slogan “Mettilo in testa” e con immagini di donne che mostrano un reggiseno rosa  che stanno invadendo le strade e le piazze provinciali, lo Iom cerca di attirare l’attenzione sulla prevenzione. Formare la coscienza collettiva e soprattutto quella delle donne è fondamentale per salvare tante vite: fornendo alla collettività tutti gli opportuni strumenti di conoscenza sulle buone prassi mediche e di vita.

Da anni lo Iom si occupa di prevenzione e di assistenza ai malati oncologici e con “Traguardo Prevenzione”, l’associazione è riuscita a coinvolgere una pluralità di attori qualificati  come  la provincia di Ascoli e l’asur 5. Collaboreranno all’iniziativa anche la provincia e la asl di Teramo.

Il clou del progetto ci sarà con la manifestazione di San Benedetto, sabato 15 e domenica 16 settembre: una passeggiata sul lungomare da Porto d’Ascoli a piazza  Giorgini. All’arrivo, in alcuni gazebo, medici dell’Asur 5 forniranno ai partecipanti informazioni e consigli sulla prevenzione. La chermesse sportiva sarà allietata da musica, performance artistiche, stand gastronomici. Ci sarà anche un punto informativo sulla prevenzione in campo alimentare.

L’idea di fondo dell’iniziativa è infatti quella cercare di sensibilizzare le persone alla prevenzione dei tumori femminili durante quelle che voglio essere giornate di svago e di socializzazione.

Questo in sostanza quanto illustrato da: Pasqualino Pinti, vice presidente e assessore alle politiche sociali; Maria Antonietta Lupi, presidente della commissione pari opportunità; Ludovica Teodori, presidente dello IOM; Anna Laura Petrucci, responsabile della comunicazione e grafica.

Il lavoro è stato realizzato grazie anche al lavoro svolto da un gruppo di studenti della scuola di disegno industriale di Ascoli.

Il 98% dei tumori al seno guariscono completamente , se scoperti in tempo – ha ricordato Maria Antonietta Lupidi qui l’importanza della diffusione della cultura della prevenzione e di iniziative come quella di San Benedetto. Sono stati coinvolti oncologi, ecografisti, nutrizionisti, dell’area vasta n.5 che effettueranno visite senologiche, ecografie e daranno informazioni sui corretti comportamenti, essenziali per la prevenzione e per la diagnosi precoce. Ci proponiamo di allargare il campo, in seguito, anche alle principali patologie neoplastiche non solo di genere femminile ”.

Questa iniziativa costituisce un fiore all’occhiello nel campo delle politiche sanitarie e delle pari opportunità a cui la Provincia ha lavorato con impegno – ha dichiarato l’Assessore Piuntila manifestazione rappresenta anche un segnale importante di sinergie sul territorio tra istituzioni, realtà associative e imprese private che hanno dato il loro contributo a questa attività si sensibilizzazione”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 734 volte, 1 oggi)