ASCOLI PICENO – Bellissima manifestazione inaugurale, ottima accoglienza, impianti perfetti. Ascoli esce promossa dai Mondiali di Pattinaggio, manifestazione che ha ospitato in questo mese di settembre, dividendosi con San Benedetto. Anzi, a detta di molti, il fiuto turistico del capoluogo avrebbe superato invece la regina del turismo marchigiano, dove l’evento ha creato persino evitabili dissapori tra albergatori e amministrazione comunale.

Tutto bene per la Città delle Cento Torri dunque, promossa a pieni voti.

Non promossa però con lode, perché gli elogi sono stati macchiati da una incomprensibile assenza dei rappresentanti istituzionali in occasione della cerimonia di chiusura, che si è svolta a San Benedetto sabato 16 settembre. Il sindaco Guido Castelli, infatti, è “non pervenuto”, ma in sua vece non si è visto neppure un assessore (e sappiamo quanto Massimiliano Brugni sia dinamico sul fronte delle politiche sportive e giovanili).

Perché commettere una gaffe così visibile? Peccato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 787 volte, 1 oggi)