ASCOLI PICENO – Ventun’anni, disoccupato. Nel tempo libero: teppista. O, per essere più politicamente corretti, “writer”.  Nella notte del 17 settembre, precisamente alle ore 3:10, personale della Polizia di Ascoli in servizio nel centro storico cittadino trovavano, in via Ottaviano Iannella, un  ragazzo, G.L., intento con una bomboletta spray ad imbrattare la saracinesca del civico 34 – 36, una ex pasticceria attualmente chiusa, ristrutturata ed in vendita, ed un altro giovane che si dava a precipitosa fuga nelle rue del centro, riuscendo a far perdere la proprie tracce.
Il primo ragazzo veniva fermato e denunciato ai sensi dell’ex art. 639 comma 2 del Codice Penale e gli venivano, inoltre, trovate all’interno dell’autovettura parcheggiata nelle vicinanze, altre 22 bombolette di vernice spray, di vari colori, subito poste sotto sequestro.

Il giovane è solito accompagnarsi con altri coetanei, qualcuno dei quali è risultato avere precedenti penali per piccoli furti e segnalato per uso personale di sostanze stupefacenti, nonché, uno in particolare, denunciato, nel marzo 2011, dalla locale Digos, per lo stesso reato, avendo imbrattato un muro facente parte del chiostro di San Francesco con scritte insultanti il sindaco di Ascoli.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.024 volte, 1 oggi)