ASCOLI PICENO – E’ ancora fresca la ‘scoppola‘ riportata dalla squadra a Piacenza che l’Ascoli tornerà in campo domani per la sesta giornata di campionato. L’avversario che si troverà di fronte al ‘Del Duca’ è il Cesena della nuova guida Pierpaolo Bisoli, reduce dalla vittoria interna contro il Cittadella. L’obiettivo per gli uomini di Silva, si capisce, è dimenticare il 3-1 di sabato per tornare ad essere la squadra che tanto ha sorpreso, oltre che vinto, contro lo Spezia.

La gara contro la Pro Vercelli mi brucia ancora – ammette Silva alla vigilia -. Mi ha dato fastidio non fare risultato nonostante avessimo fatto una discreta gara. A volte vedo squadre che osano poco, invece noi abbiamo prodotto molto, ma purtroppo non abbiamo concretizzato. A volte sarebbe meglio fare risultato che una bella prestazione, anche se spesso le due cose sono collegate“. Contro i romagnoli, dunque, l’occasione per rifarsi: “Loro si chiuderanno bene. Sono una formazione molto combattiva e che non lascia molti spazi. Noi, però, dovremo trovarli e vincere i duelli. Dipende da noi stessi: voglio la rabbia che abbiamo tirato fuori contro lo Spezia“. E’ una partita attesa, quella delle 20, 45 di domani. A dimostrarlo, due visite in due giorni che non ti aspetti: la prima, del presidente Benigni, a rincuorare la squadra (“E’ stato un incontro importante, ci ha spronato” dice Silva), l’altra di un gruppo di ultras che, interrompendo l’allenamento, ha avuto un breve colloquio di cinque minuti con tutta la squadra. In sostanza, i tifosi hanno incoraggiato i giocatori a tornare a vincere, ma anche a salutare la gente che li segue, come non è successo a Piacenza. E ciò ha fatto rimanere delusi molti dei supporters.

Riguardo la formazione, Silva farà poco turnover: dentro Soncin, per uno tra Zaza (favorito) e Feczesin, e Fossati al posto di Russo. Niente da ritoccare in difesa, anche se nel trio davanti a Guarna oggi è stato provato anche Prestia nel ruolo di Ricci. Nel Cesena, Bisoli dovrebbe confermare il 3-5-1-1 con D’Alesseandro e Succi, quest’ultimo dentro al posto di Graffiedi. In difesa, spazio anche all’ex Comotto Arbitra Palazzino di Ciampino.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 193 volte, 1 oggi)