ASCOLI PICENO – Una vittoria, una sconfitta, una vittoria. Il trend bianconero delle ultime settimane non lascerebbe spazio a dubbi su come continuerà la sequenza. Ma l’Ascoli, domani di scena al ‘Braglia’ di Modena contro il Sassuolo, farà di tutto per rompere la catena e portare a casa punti preziosi. Il valore del match, infatti, è alto, visto che l’avversario saranno i neroverdi primi in classifica, reduci dal pareggio interno (0-0) contro il Vicenza.

Sono un avversario molto tosto e compatto, la classifica lo dimostra – spiega Massimo Silva prima di partire per l’Emilia -. E sono anche pericolosi davanti con Troianiello abile a sfruttare il gioco costruito dalla squadra“. Dunque, il 3-5-2 del Picchio contro il 4-3-3 darà vita ad una partita tattica, secondo il tecnico ascolano: “Spero solo di non subire gol all’inizio. Mentalmente potrebbe pregiudicarci la gara, come successo con Lanciano e Pro Vercelli. Le nostre qualità, in ogni caso, verranno poi fuori“. Qualità che quest’anno, diversamente dallo scorso campionato, emergono indipendentemente dall’avversario che l’Ascoli ha di fronte. Lo stesso Silva ammette il cambio di mentalità: “Con i giocatori che sono arrivati, specie negli ultimi giorni, possiamo puntare più ad imporre i nostri ritmi che a rompere quelli dell’avversario“.

A proposito di cambi, pochi ma importanti quelli che ci saranno nell’undici che giocherà domani al ‘Braglia’. In attacco il confermato d’ufficio Soncin avrà come partner , mentre a centrocampo ci sarà l’esordio dal 1′ di Giallombardo al posto di Pasqualini. Un’altra possibile sorpresa potrebbe vedere anche l’inserimento di Morosini, molto apprezzato da Silva, al posto di Russo. Ma buone chances di giocare ce le ha anche Fossati. Arbitrerà la sfida Roca di Foggia, al primo incontro con i bianconeri. Sarà la prima volta anche tra i due mister, Silva e Di Francesco.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 204 volte, 1 oggi)