ASCOLI PICENO – Ventimila posti di lavoro persi in cinque anni: l’economia picena è peggio che in ginocchio. Per questo l’Unione Sindacale di Base ha organizzato, per lunedì 1° ottobre, un’assemblea generale, rivolta a tutti i lavoratori della Vallata del Tronto, che si svolgerà alle ore 19 davanti alla Manuli, indicata come punto di presidio.

“Abbiamo scelto il sito Manuli – spiega il segretario Usb Andrea Quaglietti – perché è un luogo simbolico della delocalizzazione industriale che sta avvenendo da ormai troppo tempo nel nostro territorio, e che con l’indotto , il commercio e i servizi azzerati, ha portato negli ultimi anno al licenziamento di 20 mila persone. Tutto questo è avvenuto e continua ad avvenire – continua il sindacalista – senza che nessuno muova un dito per fermare la drammatica emorragia di posti di lavoro dipendente da tale progressiva desertificazione, con conseguenze sociali ed economico sempre più rilevanti per Ascoli e tutto il comprensorio”.

Quaglietti ricorda che l’assemblea di lunedi 1 ottobre è aperta a tutti i lavoratori, precari, disoccupati e cittadini dell’Ascolano, e servirà “ are il punto della situazione attuale, a confrontarsi sulle emergenze e soprattutto a studiare e lanciare nuove iniziative pubbliche per affrontare tutti i problemi più gravi sul tappeto”. Info 0736256243- 3494103507

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 290 volte, 1 oggi)