ASCOLI PICENO – L’eco delle soavi note francesi risuonerà per l’ultima volta tra le cento torri, guidando il pubblico verso la fine del percorso musicale intitolato Francia Culla del Novecento, all’interno del Festival Settembre in Musica.

Stasera, 2 ottobre alle ore 21, nell’Auditorium Fondazione Cassa di Risparmio (Rua del Cassero), il Maestro Jean- Pierre Armengaud darà vita ad un incontro a metà strada tra il concerto e la conferenza sul tema dell’ironia nella musica francese.

Il pianista parigino, fine conoscitore ed interprete di musica da camera, è divenuto noto in tutto il mondo, incidendo le sue interpretazioni delle opere per piano realizzate da Claude Debussy e da Albert Roussel. In Francia, il suo successo è legato soprattutto all’esecuzione della musica russa contemporanea, di cui ha portato alla ribalta soprattuto Denisov.

Ad Ascoli Armengaud, insieme a Sophie Fournier, proporrà chanson e brani strumentali di Jean Farricaix, Maurice Ravel, Eric Satie, Camille Saint- Saens, Francais Paulenc, Gabriel Fauré e del suo compositore preferito Claude Debussy. Il pubblico ascolano avrà l’opportunità esclusiva di gustare, in modo particolare, il lato ironico delle partiture di Debussy e Ravel, esponenti dell’impressionismo musicale, che emerge agli inizi del XX secolo. Alla musica saranno alternate spiegazioni e chiarimenti tecnici sull’espressione musicale, sull’intenzione e sull’ispirazione ironica dei vari compositori, per una comprensione più approfondita dei pezzi eseguiti.

La serata, importante per il valore artistico, avrà anche una connotazione ufficiale specifica, in quanto il pianista francese, a conclusione del suo concerto, riceverà il premio “Una vita per la Musica 2012”, donato dalla Fainplast, e la Medaglia del Presidente della Repubblica insieme ad una riproduzione artistica dell’Annunciazione di Carlo Crivelli, appositamente realizzata dalla Libreria LaMusa. Quest’ultimo dono vuole rappresentare un esempio di artigianato di qualità proveniente dal Distretto Culturale delle Terre della Primavera Sacra, la cui realizzazione viene da tempo proposta dalla sezione ascolana di Italia Nostra.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 121 volte, 1 oggi)