FOLIGNANO – In tutta Italia le sferzate della crisi economica continuano a mettere a dura prova le risorse delle famiglie medie. Il comune di Folignano, adeguandosi a quanto disposto dall’articolo 11, legge 431/98, ha emanato un bando che permette, ai nuclei familiari gravati da un canone d’affitto troppo elevato, rispetto alla propria capacità economica, di effettuare la richiesta di contributi.

Questi provengono direttamente dal  Fondo Nazionale per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione, istituito dalla suddetta legge, e per accedervi è necessario compilare i modelli in distribuzione gratuita all’ufficio Urp di Folignano. La domanda va poi riconsegnata entro l’8 Novembre dal titolare del contratto d’affitto o da persona diversa, che abbia la medesima residenza anagrafica e abbia avuto cura di presentare la domanda.

Per diventare beneficiari di questo contributo è necessario rispondere a determinati requisiti, tra cui:

1) essere in possesso di un contratto di locazione regolarmente registrato, che abbia ad oggetto un alloggio di proprietà privata o non soggetto alla disciplina generale relativa agli alloggi ERP (Edilizia Residenziale Pubblica);

2) essere conduttori di un appartamento di civile abitazione, che non sia classificato nelle categorie catastali A1, A8 e A9;

3) possedere la cittadinanza italiana o di uno Stato membro dell’Unione Europea. Nel caso di cittadino proveniente da uno Stato non membro dell’UE, questo può effettuare la domanda solo se munito di un permesso o carta di soggiorno e se risiede nel territorio della Regione Marche da almeno 5 anni, oppure se risiede da 10 anni nel territorio nazionale;

4) avere la residenza anagrafica nel comune di Folignano e nell’alloggio per il quale si richiede il contributo;

5)  nessuno dei componenti il nucleo familiare anagrafico può avere, su tutto il territorio nazionale, in proprietà o in comproprietà, usufrutto, uso o abitazione nessun alloggio adeguato alle esigenze del nucleo stesso.

6) dimostrare un valore ISEE, con incidenza del canone annuo di locazione, al netto degli oneri accessori, tra i 5 mila 577 euro ( con incidenza del canone non inferiore al 30%) e gli 11 mila 154 euro ( con incidenza del canone non inferiore al 40%), equivalenti rispettivamente all’importo di un assegno e di due assegni sociali INPS per l’anno 2012 . Il valore dell’ISEE va desunto dai redditi prodotti nel 2011.

Il bando, in base alla determinazione dell’ISEE, stabilisce due fasce per l’erogazione del contributo: per la Fascia A questo determina una riduzione dell’incidenza del canone pari al 30% sul valore dell’ISEE, mentre per la Fascia B la riduzione è pari al 40%.

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 196 volte, 1 oggi)