ASCOLI PICENO – Mentre “mezza Ascoli” protestava per il ripristino del quadro di Aldo Castelli, raffigurante Benito Mussolini a cavallo e con spada in mano (opera del 1937), nell’Itcg Umberto I°i, sabato pomeriggio, 13 ottobre, si svolgeva sempre nel capoluogo piceno il Congresso straordinario della Sezione Anpi (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) di Ascoli. Presente anche il sindaco Guido Castelli, il quale, in base ad una nota dell’Anpi, “ha accolto la richiesta dell’assemblea di collocare sulla facciata del Comune, in piazza Arringo, una lapide commemorativa con la motivazione del conferimento della Medaglia d’Oro al Valor Militare per Attività Partigiana alla Città di Ascoli”.

All’incontro sono intervenuti poi l’assessore regionale del Pd Antonio Canzian, il segretario della Camera del Lavoro Giancarlo Collina, i partigiani Ugo De Santis ed Egidia Coccia.

A fine dibattito, si è proceduto alla nomina dei nuovi organismi dirigenti. Sono risultati eletti per il Comitato direttivo: Ivo Castelli (partigiano), Filippo Cagnetti, Pietro Cordoni, Giovanna Cicconi, Marco Regnicoli, Rita Forlini, Marco Morganti, Pietro Perini, Antonio Sofia, Jole Cottilli, Narciso Galiè, Adele Biondi.

Il Comitato eleggerà, nella sua prima riunione, il Presidente, i Vice-presidenti ed il Responsabile amministrativo della Sezione. Revisori dei conti sono stati nominati l’avvocato Francesco Saladini, Luciano Carosi e Gabriele De Santis.

Delegati al comitato regionale: Ugo Cittadini, Fabio Rosa e Pietro Perini.
Presidente ad honorem è stato eletto, all’unanimità, il presidente uscente Giannino Oddi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 539 volte, 1 oggi)