ASCOLI PICENO – “I tecnici che hanno effettuato il sopralluogo hanno affermato che al momento non vi sono problemi di agibilità per la Curva sud dello Stadio Del Duca”: Massimiliano Brugni, assessore allo Sport del capoluogo piceno, commenta così la situazione in merito all’impianto calcistico, che ha destato qualche apprensione nella tifoseria per le condizioni dello stadio, soprattutto a causa di una crepa nella gradinata.

“Seguirà una relazione precisa e circostanziata – afferma Brugni – e sicuramente dei lavori che avranno lo scopo di rendere ancora più sicuro l’impianto a seguito di questa relazione. Naturalmente come amministratori e cittadini siamo preoccupati e vigiliamo attentamente, e ci muoviamo sulla base di tutte le indicazioni tecniche che ci arrivano. Al primo punto di ogni decisione ci sarà la sicurezza dei tifosi che vanno allo stadio”.

Il sindaco Castelli ha accennato, nei giorni scorsi, alla possibilità di un nuovo stadio da edificare in altra zona cittadina: si tratta di una ipotesi alla quale state lavorando oppure è soltanto, al momento, un pour parler?

“Credo che sia ardito pensare ad un progetto del genere nelle condizioni in cui siamo: magari qualche anno addietro sarebbe stato più semplice lavorarci, ma con i continui tagli statali anche le amministrazioni comunali sono in difficoltà sul fronte degli investimenti, per cui occorrerà trovare la formula più adatta alle nuove esigenze dei tifosi del calcio – afferma l’assessore – Ovviamente il Del Duca è uno stadio pensato 50 anni fa per un calcio totalmente diverso, mentre ora la logica è quella che conduce a impianti piccoli e funzionali. Comunque la volontà degli amministratori, da sola, non basta più occorre anche la collaborazione dei privati. Lo stadio della Juve, infatti, è di proprietà della società, e comunque ci sono diverse forme di gestione e di analisi di queste vicende. Insomma: iniziamo con serietà, garantiamo la sicurezza, conserviamo il patrimonio cittadino che è l’Ascoli Calcio e il comfort dei tifosi stessi, poi pensiamo eventualmente al resto”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 702 volte, 1 oggi)