ASCOLI PICENO – Nella classica partita dai due volti, in cui uno scialbo Ascoli dei primi 45′, si risveglia con rabbia e orgoglio nella difesa, sono tanti gli spunti negativi e positivi degni di nota. Dalla sciagurata difesa, dove solo Ricci non combina pasticci, all’attacco che non trova mai il guizzo per oltre un’ora, salvo, poi, i colpi di Zaza. Belle le prove di Morosini, Dramè e di un eccezionale Enrico Guarna.

GUARNA 8: Andate a rivedere i rigori parati da Nelson Dida nella finale di Manchester Milan-Juve. Poi quello del portierone calabrese quest’oggi e trovate, se ci riuscite, un criterio per non convalidarlo. A parte le due prodezze dagli 11 metri, da segnalare anche la bella chiusura a tu per tu con Mbakogu nella ripresa.

RICCI 6: Fa il suo ed è il migliore solo perché non la fa ‘grossa’ come i suoi vicini di reparto.

PECCARISI 5: Così così per tutta la gara. Non mostra la solita sicurezza e l’intervento disperato sull’attaccante di Braglia ne è la conferma. Ammonito, salterà la prossima.

FAISCA 4,5: Lasciando perdere i continui lanci dalla difesa, l’intervento su Acosty è da dilettanti. Azzecca poche cose, una di queste l’assist per l’1-3 di Zaza.

SCALISE 5: Dispiace dirlo, ma la sua avventura in bianconero sembra sempre più la storia del Dottor Jekyll e di Mister Hyde. Dov’è il Manuel di un anno fa?

COLOMBA 6: Entra lui e l’Ascoli ne fa due. Se non altro porta fortuna. Scherzi a parte, ha fatto vedere qualcosa, specie una bella palla in verticale chiusa per un pelo dagli avversari.

MOROSINI 6,5: Silva gli dà giustamente fiducia. Buon senso della posizione, giocate intelligenti e tanto movimento anche in area avversaria. Cresce bene l’ex Albinoleffe (Capece s.v.)

LOVISO 6: Nel primo tempo se l’Ascoli non gioca è anche per ‘colpa’ sua. Trova difficilmente la posizione per dirigere la squadra e, in più, è impreciso in troppi lanci. Migliora nella ripresa dove ogni sua palla inattiva è un pericolo.

FOSSATI 5: Può fare molto di più. Un tacco nel primo tempo, ma poco altro. Dovrebbe accendere la miccia dell’azione bianconera, ma per ora non gli riesce. Coraggio.

DRAME’ 6,5: Grande impatto sul match per il giovane attaccante. Crea subbuglio con l’uno contro uno e giocando tra le linee, mettendo molte palle in mezzo e creando spazio e gioco. Un buon punto da cui ripartire.

PASQUALINI 6: Dalle sue parti la Juve Stabia spinge e Acosty non è facile da gestire. Prova qualche affondo e, come tutti, va meglio nella ripresa.

FECZESIN 5,5: Lui c’è. In area, sui cross e per le sponde, lui c’è. E’ già molto, anche se oggi arrivava sempre con un pizzico di ritardo.

ZAZA 7: Impalpabile nel primo tempo, nella ripresa si inventa due gol che potevano essere ben più preziosi. E’ diventato il bomber della squadra e questo non può che farlo crescere ancora di più.

SILVA 6: L’Ascoli del primo tempo non è quello ammirato nelle precedenti gare interne. Urgono provvedimenti per smuovere la matassa della prevedibilità. Sugli errori singolo nulla può, ma può puntare su chi oggi ha fatto bene per ripartire.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 578 volte, 1 oggi)