ASCOLI PICENO – Oliva all’ascolana e vino Piceno è proprio un binomio che funziona. Se ce ne fosse mai stato bisogno, la conferma arriva da Eurochocolate, la grande kermesse internazionale dedicata al cioccolato, in corso di svolgimento a Perugia, dove quest’anno sono protagonisti anche i prodotti del territorio grazie al progetto “Piceno Open”, realizzato dalla Vinea di Offida. Nello stand dedicato al progetto, allestito nella centralissima Piazza Italia del capoluogo umbro, una folla costante di visitatori provenienti da tutta Italia degusta le deliziose olive fritte del Piceno abbinate alle Doc e Docg del territorio, dalla Passerina, al Pecorino, al Rosso Piceno. Così come molto partecipate sono state le degustazioni degli stessi vini in abbinamento a cioccolato di varia natura. Un abbinamento azzardato quello tra vino e cioccolato che ha incuriosito non poco i partecipanti, guidati da una delle più illustri chocotaster a livello nazionale come Monica Meschini. In particolare nella degustazione di sabato 20 ottobre sono state abbinate al cibo degli dei le passerine Docg delle aziende Villa Grifoni e San Filippo, mentre domenica 21 è toccato ai rossi Bacchus di Ciù Ciù, Rosso Piceno Superiore dell’azienda De Angelis e Rosso Piceno Superiore di Villa Grifoni.  Un “gioco” quello condotto dalla Meschini che ha permesso a numerose persone di approfondire la conoscenza del vino Piceno sotto un altro punto di vista. A sottolineare il ruolo di protagonista che il Piceno riveste in questa edizione di Eurochocolate anche l’importante appuntamento con la “Serata di Gola”, una sorta di evento nell’evento, in programma venerdì 26 ottobre presso l’Hotel Giò – Area Wine, nel corso della quale saranno consegnati gli Awards del cioccolato. Nel corso della serata, alla quale prenderanno parte circa 250 ospiti, verrà servito un buffet interamente a base di prodotti e vini Piceni, dai salumi, ai formaggi, alle carni, ai dolci, ai vini. Prodotti che fanno parte del progetto Piceno Open, come noto, realizzato con il contributo del Piano si Sviluppo Rurale per promuovere i prodotti a marchio, ovvero vini Doc e Docg, l’oliva ascolana del Piceno Dop, il vitellone bianco dell’Italia centrale e tutti la vasta gamma dei prodotti derivanti da agricoltura biologica.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 428 volte, 1 oggi)