per vedere l’intervista di Emidio Premici a Silva clicca sulal destra e attendi qualche secondo per lo spot
il numero di visualizzazioni su YouTube non tiene conto delle visualizzazioni direttamente su PicenoOggi.it

ASCOLI CALCIO – Sarà Reggina-Ascoli di domani pomeriggio ad aprire un trittico importante di gare ravvicinate che il Picchio sarà chiamato ad affrontare in otto giorni. Dopo la trasferta del ‘Granillo‘, infatti, i bianconeri di Silva affronteranno in casa il Novara, per poi fare visita al Grosseto sabato prossimo. Ma ora l’attenzione è tutta nella sfida con i calabresi di mister Dionigi, in un ambiente tutt’altro che facile.

Per loro è una partita particolare, vorranno vincere a tutti i costi – esordisce Silva alla vigilia della gara (vedi anche il video dell’intervista a lato) -, ma era così anche ad Empoli, ma come tutte le gare di questo campionato sarà una partita difficile. In casa contro il Livorno hanno giocato bene e la gara è stata decisa solo dalle individualità degli avversari. Daranno tanto sul piano agonistico, ma noi cercheremo di contrapporci e andremo a lottare“. Ma a volte lottare non basta se gli episodi girano contro. La memoria va al rigore fatto ripetere da Lapenna domenica scorsa contro la Juve Stabia, ma anche all’inesistente rigore dato alla Reggina nella sfida in Calabria dello scorso torneo. “So che loro si sono lamentati degli ultimi arbitraggi, ma possiamo dire la stessa cosa noi. Spero che stavolta gli episodi siano a nostro favore, visto anche quello che ci è successo nel passato campionato”. Sulla situazione della squadra dice: “La classifica ancora non ci dà timori, nonostante la sconfitta di domenica. In ogni caso in queste tre partite dovremo fare più punti possibili“.

Infine, sulla formazione. Sarà turnover? Il tecnico, che ha convocato 18 giocatori tra cui non figura ancora Russo, si sbilancia poco: “Sulle tre gare lo faremo, certo, ma riguardo domani devo ancora decidere, soprattutto a centrocampo. In difesa giocherà Prestia al posto di Peccarisi. Anche se l’ambiente è caldo e lui è giovane saprà farsi valere. Mentre in attacco la scelta è poca – continua Silva -, anche se Dramè ha fatto vedere buone cose. Il suo minutaggio sta crescendo e può aiutarci con la sua velocità. Ci può permettere il cambio di modulo, oltretutto. Sarà un’arma in più“. Arbitrerà la sfida Baracani di Firenze che ritrova l’Ascoli dopo la gara contro lo Spezia (2-0).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 220 volte, 1 oggi)