ASCOLI PICENO – Sono ben 12 gli stranieri denunciati: questo è il bilancio delle indagini, effettuate dalla Squadra Mobile di Ascoli, che hanno portato, a fine agosto scorso, all’arresto di Mauro Buongiovanni, 50 anni,  originario di Avezzano ma residente a San Benedetto del Tronto, ed attualmente agli arresti domiciliari.

Favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e falso, per aver prodotto documentazioni false finalizzate alla sussistenza di un rapporto di lavoro con cittadini extracomunitari, sono i reati che gli sono stati contestati dagli inquirenti. Bongiovanni, infatti, emetteva false buste paghe, moduli “cud” ed altra documentazione che sistematicamente comportava l’emissione di svariati permessi di soggiorno a beneficio di molti stranieri, di nazionalità diversa.

In seguito ad accurate indagini investigative è emerso, dunque, che Mauro Buongiovanni, attualmente agli arresti domiciliari, aveva illecitamente favorito l’ingresso e la permanenza, nel territorio italiano, di cittadini stranieri. Denunciati anch’essi poiché consapevoli dell’inganno e perchè ritrovati in possesso di documenti contraffatti quali, buste paga, moduli cud, lettere di assunzioni, dichiarazioni “unilav”. Documenti, il più delle volte anche alterati, che servivano per ottenere un permesso di soggiorno.

I fatti risalgono al periodo compreso tra il 2011 ed il 2012 e si svolsero tra i territori di Ascoli Piceno, Teramo, Padova, Pesaro e Urbino.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 294 volte, 1 oggi)