ASCOLI PICENO – Sfiorata la tragedia in una palazzina di via Vellei, nella zona di Campo Parignano. Ieri mattina, 30 ottobre, poco dopo le 9:30, un sessantenne, proprietario di un appartamento sito al primo piano di una palazzina nel quartiere di Campo Parignano, rischia di morire bruciato.

All’origine dell’incendio, un corto circuito avvenuto all’interno di una presa elettrica situata sul balcone di casa. Proprio in quel momento l’uomo si trovava, fatalmente, a pochi centimetri dal punto d’innesco ed in pochi attimi le scintille hanno raggiunto alcuni elementi di arredo in plastica, prendendo subito fuoco. Nessuna via di fuga per il sessantenne che per un attimo ha temuto il peggio, rimanendo bloccato dalle fiamme.

Ma in quel momento una pattuglia di Carabinieri percorreva via Vellei e, dopo aver notato l’incendio, i militari si sono precipitati all’interno della palazzina, riuscendo ad entrare con forza nell’appartamento. Pochi minuti dopo sono arrivati anche gli uomini dei Vigili del Fuoco di Ascoli, riuscendo a sedare le fiamme. L’uomo è salvo per miracolo e, nel tentativo disperato di spegnere da solo le fiamme, ha riportato solo lievi ustioni su mani e braccia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 323 volte, 1 oggi)