ASCOLI PICENO – Per il secondo anno il Teatro Ventidio Basso ospiterà la Filarmonica dell’Adriatico. L’8 novembre, alle ore 21, l’Orchestra Sinfonica Abruzzese e l’Orchestra Filarmonica Marchigiana realizzeranno un inedito culturale, suonando delle partiture musicali che solitamente sono eseguite dalle grandi orchestre sinfoniche di Roma o Milano.

La Mer”, tre scritti sinfonici per orchestra di Claude Debussy, “Poème” per violino e orchestra di Chausson e la celebre Sinfonia n. 9 op.95 dal Nuovo Mondo” di Dvořák, costituiscono il programma della serata, il cui elemento principale è il mare, che permette una fusione ideale tra le 2 orchestre.

“L’idea della Filarmonica dell’Adriatico nasce prima del terremoto de L’Aquila, che ha rallentato la realizzazione di questo progetto, ma eravamo talmente determinati e convinti del valore artistico dell’operazione, che, con l’aiuto di alleati particolarmente affezionati, siamo riusciti ad andare avanti.- Racconta Giorgio Paravano, direttore generale dell’ Orchestra Sinfonica Abruzzese – “Per il primo debutto ci hanno tenuto a battesimo Ascoli e la sua Filarmonica nel Marzo del 2011, perciò abbiamo voluto ripetere l’esperienza. Nelle nostre intenzioni c’è quella di dare anche un segnale politico: offrendo un prodotto di alto profilo culturale con una razionalizzazione dei costi, siamo sicuri di poter dare un segnale politico insieme a quello culturale.”

La cultura, troppo spesso sottovalutata, quindi svolge la funzione di canale d’ unione fra le due regioni dell’Adriatico, primo passo verso un’estensione culturale e commerciale alla macro- regione adriatico-jonica.

Dopo Ascoli, la Filarmonica dell’Adriatico farà tappa il 10 Novembre all’Auditorium della Guardia di Finanza a L’Aquila e il 13 Novembre al Teatro delle Muse di Ancona. Le prove si svolgeranno interamente ad Ascoli fino al 6 Novembre. Tra i professori d’orchestra, il violino solista Ilya Grubert, vincitore di importanti premi internazionali.

Paravano annuncia in anteprima: “Il prossimo anno, per l’anniversario del terremoto de L’Aquila, abbiamo in programma un concerto della Filarmonica alla Basilica di Santa Maria di Collemaggio. Eseguiremo la “Messa da Requiem” di Giuseppe Verdi. Si tratta di un’occasione importante per L’Aquila e per la Filarmonica dell’Adriatico.”

 I biglietti per la serata dell’8 Novembre sono in vendita alla biglietteria del Ventidio Basso. I prezzi:

12 euro platea e palchi centrali;

10 euro tutti gli altri palchi;

5 euro loggione.

Biglietti ridotti, dai 10 ai 5 euro, sono in vendita per studenti e soci della Filarmonica Ascolana.

 

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 440 volte, 1 oggi)