ASCOLI PICENO – Approvato dalla giunta Castelli il Programma Triennale dei Lavori Pubblici 2013-205 e l’elenco annuale 2013 (per scaricarli clicca sugli allegati).

Rispetto al precedente programma 2012-2014, con cui si pone in continuità, “sono state prudenzialmente diversificate le scansioni temporali degli interventi – si legge nella delibera di giunta – alla luce delle prevedibili difficoltà attuative indotte dal rispetto del patto di stabilità interno”.

Nel programma “seguendo l’indirizzo dell’Assessorato al Bilancio – si legge ancora – per la maggior parte delle opere tutt’oggi non assistite dal già richiesto mutuo (per via dei ritardi della Carisap), si è preferito indicare una fonte di finanziamento diversa (oneri o vendita di patrimonio), con l’intesa che, soprattutto a mezzo di successive osservazioni ed emendamenti, si possa raggiungere più opportune indicazioni in merito, tenuto conto della veridicità delle fonti finanziarie”.

Dopo la delibera degli atti lo scorso 30 ottobre, ci sono 60 giorni di tempo in cui chiunque potrà visionarli (sia in formato cartaceo che sul sito del Comune) ed inoltrare osservazioni scritte in merito, con l’indicazione di suggerimenti di modifica.

Tra gli interventi maggiormente rilevanti previsti nel 2013, la riqualificazione delle strade e delle piazze del centro storico per un totale degli investimenti previsti pari a 3.982.000 euro. Tra questi, la pavimentazione di Corso Mazzini richiederà una spesa di 1.749.000 euro, gli interventi su Largo Crivelli, Via Crispi e Via Afranio 740 mila, Piazza roma e via Panichi 490 mila, via Battisti 180.300, Via Trivio 165.000, via Cairoli e via Vidacilio 429 mila, via D’Ancaria 128.700, via Giudea 100 mila.

Mentre la realizzazione della Caserma dei Vigili del Fuoco e la riqualificazione dell’area Sacro Cuore peseranno per 2 milioni e 540 mila euro.

Tra gli altri interventi: il programma integrato di promozione dell’edilizia residenziale sociale e di riqualificazione urbana del quartiere Borgo Solestà, 2,3 milioni di euro (2,15 con finanziamento regionale), il recupero e il restauro del patrimonio danneggiato dai terremoti nella chiesa di San Francesco (550 mila euro), la riqualificazione dell’area ex Tirassegno 500 mila euro (di cui la metà con fondi statali).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 320 volte, 1 oggi)