ASCOLI PICENO – Una delegazione di Piceno Promozione, azienda speciale della Camera di Commercio di Ascoli, composta dal Presidente Gino Sabatini e dai consiglieri Elena Capriotti e Ivo Guaiani,  insieme ad Unioncamere in rappresentanza della Regione Marche, ha partecipato, dal 13 al 17 ottobre, alla ventunesima Convention Mondiale delle Camere di Commercio Italiane all’Estero,organizzata dalla Camera di Commercio di Perugia, Unioncamere e Assocamerestero.

La Convention di quest’anno ha visto le CCIE confrontarsi con il sistema della promozione, le istituzioni nazionali e locali e l’imprenditoria locale per definire politiche di supporto alla “domanda di internazionalizzazione” delle imprese che valorizzino il territorio italiano e ne favoriscano lo sviluppo sui mercati esteri.

Nelle giornate del 13, 14 e 17 ottobre, si sono svolti, presso la sede della CCIAA di Perugia, i lavori interni, mentre nella mattinata di lunedì 15 ottobre, al Palazzo dei Priori, si è tenuto il Convegno pubblico dal titolo “Reti, filiere e qualità dell’internazionalizzazione per i territori: cultura, turismo, credito e servizi per le PMI”.

Nel pomeriggio del 15 ottobre e nella successiva giornata del 16 ottobre, si sono invece svolti, presso il Centro espositivo Rocca Paolina, workshop settoriali collegati ai principali poli di eccellenza della produzione umbra e gli incontri tra le aziende locali e i rappresentanti delle Camere di Commercio Italiane all’Estero.

In questo contesto, Piceno Promozione ha avuto contatti diretti con il Segretario Generale della Camera di Commercio Italiana in Marocco, Luca Pezzani, con il Segretario Generale della Camera Italo-Tunisina di Commercio e Industria Tommaso Giordano, con Francesca Regina, Direttrice dell’Ufficio di Berlino della Camera di Commercio Italiana per la Germania, dei referenti CCIE italo-svedese, francese, australiano e canadese a Montreal  per programmare le attività promozionali del 2013-2014.

Piceno Promozione – ha dichiarato il Presidente di Piceno Promozione Gino Sabatini – ha scelto la strada dell’individuazione capillare dei settori più importanti per questi Paesi, in modo tale da trasmettere alle aziende del Piceno alcune “linee guida” per poter preparare delle offerte mirate e trovare, prima e meglio, le occasioni giuste per il proprio sviluppo all’estero.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 157 volte, 1 oggi)