per vedere il video clicca sulla destra 

attendi qualche secondo per il caricamento dello spot

il numero di visualizzazioni su YouTube non tiene conto dei video visti direttamente su PicenoOggi.it

ASCOLI PICENO – Siamo alla fine del 2012 ma la lista civica L’Alveare inizia a programmare il 2013 pensando, forse, anche all’anno successivo, il 2014, quando si terranno le elezioni comunali. La lista, presente in consiglio comunale dal 2004 e rappresentata attualmente dal consigliere Marco Regnicoli, ha illustrato le proprie prospettive e le iniziative previste nei prossimi mesi.

Innanzitutto, a partire dal 2013 e in contiguità con la campagna di adesioni “Pungica con noi”, sarà attivato Agorà 63100, che, come spiega Roberto Paoletti, “rappresenta la nostra ulteriore volontà di convididere con persone e individui i temi importanti della città”. Attraverso incontri e una piattaforma on line verranno infatti costituiti dei gruppi di lavoro che approfondiranno gli aspetti della vita cittadina.

Non si tratta dell’unica novità: Claudio Siepi, esperto di internet, ricorda che “L’Alveare ha già un proprio sito (www.alveareper.it), che sarà presto aggiornato, una pagina Facebook e una pagina twitter, per interagire con i cittadini. Il nostro è uno stile sereno e vivace”.

L’obiettivo, ricordato da Pino Felicetti, è nella carta di intenti scritta già nel 2004: umanità, moralità, partecipazione, attenzione agli ultimi. “Questi sono valori che non mettiamo in discussione”.

Anche se, spiega Paoletti, “oggi tutti ripetono quanto diciamo dal 2004, ovvero la crisi dei contenitori politici guidati dall’alto. Noi abbiamo resistito 8 anni mentre altre esperienze si sciolgono dopo il momento elettorale, come accaduto anche nel 2009: le liste civiche sono servite soltanto a portare nuove persone in giunta. Ma dopo un ventennio di crisi, occorre non essere più pavidi e metterci la faccia, da uomini veri”.

“Nel 2009 una importante autorità morale cittadina ci disse che il nostro era uno sforzo buono e valido, ma dovevamo farci conoscere – aggiunge Corrado Bruni – Invece su di noi è stata messa in campo una controinformazione per screditarci, che avevamo dietro potentati economici. Per noi non è importante fare le prime donne come alcuni politici locali che sui media hanno una presenza straripante. Vogliamo raggiungere il cittadino, informarlo circa quello che avviene nel consiglio comunale”.

Alessio Angelini, 27 anni, è un giovane che di recente ha aderito a L’Alveare: “Ho passione per la politica e partecipavo ai consigli comunali con la speranza di trovare un ambiente davvero voglioso di migliorare la città, e non diviso dai rapporti partitici. Ho capito che ciò non avviene, e che si ha l’impressione di assistere ad un talk show televisivo: non si vuole agire per il bene della città ma soltanto ratificare il volere della giunta”.

Lara Caponi, ex consigliere comunale per L’Alveare, entra nel merito delle questioni di attualità: “Noi siamo aperti e disponibili ad avere rapporto con tutti; abbiamo sostenuto un sindaco di centrosinistra ma abbiamo anche votato questioni proposte dalla maggioranza di centrodestra. Tuttavia non è più possibile che si continui sulla falsariga dell’ultimo consiglio comunale, quando un nostro ordine del giorno è stato bocciato e poi copiato quasi pari pari e approvato dalla maggioranza, che ha dimostrato di essere chiusa e autoreferenziale”.

“Il nostro consigliere Regnicoli ha prodotto 28 proposte che attendono di essere messe in discussione, e alcune risalgono al 2010. Questo non è ammissibile” conclude Caponi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 820 volte, 1 oggi)