ASCOLI PICENO – Sante Marozzi, sessantottenne, pluripregiudicato per i reati di associazione a delinquere finalizzata alla truffa, ricettazione e bancarotta fraudolenta, il 30 ottobre scorso si è allontanato per qualche ora da una casa albergo nell’ascolano, luogo in cui il pluripregiudicato era sottoposto al regime degli arresti domiciliari. Ma al suo ritorno trova alcuni agenti di Polizia ad attenderlo. Marozzi viene così denunciato, all’Autorità Giudiziaria, per evasione.

L’uomo venne arrestato il 1 febbraio 2012 dalla Squadra Mobile di Ascoli, in esecuzione di un ordine di restrizione emesso dalla Corte di Appello di Ancona, per detenzione illecita e spaccio di sostanze stupefacenti, con la condanna di 4 anni e 4 mesi di reclusione. 9 mesi dopo, il 25 ottobre scorso, il Tribunale di Sorveglianza di Ancona  aveva concesso all’uomo gli arresti domiciliari. Ma in seguito all’evasione Sante Marozzi viene arrestato ieri, 9 novembre, dalla Squadra Mobile di Ascoli e ristretto, su disposizione del Magistrato di Sorveglianza, al carcere di Marino.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 220 volte, 1 oggi)