ASCOLI PICENO – Li ricordate? I ‘Nerkias’, uno dei gruppi che negli anni ’80, sulla scia del “rock demenziale“, videro consumate le loro canzoni attraverso le musicassette degli adolescenti dell’epoca? Ora, dopo varie fasi e pause, calcano ancora la scena e domani sera, 14 novembre, si esibiranno nella finalissima del concorso nazionale Videofestival davanti alla nota produttrice discografica, Mara Maionchi (noto volto televisivo di “X Factor” ed “Amici”).

La più famosa talent scout della discografia italiana presiederà, infatti, la giuria della finalissima per la 15esima edizione dell’importante festival musicale nazionale che si svolgerà nello storico locale “Empyre” di Parabiago, vicino Milano, e che sarà successivamente trasmesso in differita su un circuito nazionale di 78 emittenti televisive tra cui 10 canali del bouquet di Sky.

I 13 artisti finalisti che saliranno sul palco (selezionati tra 600) saranno giudicati da una commissione artistica d’eccezione che sarà composta, oltre che da Mara Maionchi, anche da Marco Forni (produttore artistico di Eros Ramazzotti, Renato Zero, Gianni Morandi, 883, Ron, Spagna, Di Cataldo, X-Factor), Alessandro Porcella (produttore, arrangiatore ed editore con esperienze Rai, Mediaset, One-movie, Sky, Biennale di Venezia), il manager Giuliano Ferrari e Roberto Turatti, produttore italo-dance (Den Harrow, AlbertOne, Kim Lukas, Tom Hooker). La serata sarà presentata dal dj  Paolino di Radio 105.

Il gruppo musicale ascolano approda al galà finale del concorso canoro dopo aver superato tutte le fasi di selezione svoltesi in diverse regioni italiane, con partecipanti dalla Puglia fino alla Lombardia, proponendo un nuovo brano inedito rock, cantato eccezionalmente in lingua italiana e intitolato “Il falso patriota”, con l’immancabile doppio senso e lo spirito goliardico di sempre.

Il brano “Il falso patriota” verrà, tra l’altro, inserito in una compilation del festival che verrá distribuita a livello nazionale. L’organizzazione produrrà anche un video per il nuovo singolo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 279 volte, 1 oggi)