ASCOLI PICENO – I lettori e critici della rivista americana Downbeat, probabilmente tra le più autorevoli pubblicazioni al mondo in tema di musica jazz, lo hanno scelto come il migliore vibrafonista degli ultimi anni: Mark Sherman è un vero gigante del jazz contemporaneo e sarà ad Ascoli Piceno giovedì 15 novembre, a partire dalle 21.45, per la seconda data della stagione del Cotton Jazz Club Ascoli.

Sul palco del Break, infatti, approderà il tour europeo che vede impegnato il vibrafonista newyorkese con il suo più recente progetto musicale, il TH3M, formato da straordinari talenti. La formazione è composta dal sassofono dello statunitense Bob Franceschini che – oltre a essere un apprezzato autore di jazz e latin jazz, ha già suonato con artisti molto noti quali Mike Stern, Paul Simon, Celine Dion, Tito Puente, Ricky Martin, Lionel Richie; alla batteria, da New York, Adam Nussbaum che può vantare numerose collaborazioni con musicisti che non hanno bisogno di molte presentazioni, come Stan Getz e Gil Evans. Il palco sarà completato da due nomi emergenti del jazz europeo come il bassista tedesco di origine slava Martin Gjakonovski e il pianista italiano Paolo Di Sabatino, già noto anche agli affezionati del Cotton.

Dopo aver apprezzato in molti i virtuosismi soul e funk di Greta’s Bakery con Gegè Telesforo nel primo appuntamento della stagione del Cotton, e aver gremito i locali del Break, gli amanti del jazz hanno l’imperdibile occasione di ascoltare  un’altra serata di grande musica e di lasciarsi accompagnare da Sherman e del suo TH3M nelle magiche sonorità del post-bop, guidati dall’abilità di musicisti che, tra rivisitazioni di standard e pezzi originali, orchestrano sapientemente l’abilità formale con il vigore del talento.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 157 volte, 1 oggi)