ASCOLI PICENO – Ingiuria e minaccia ad un inferiore. Questa l’accusa per cui il maresciallo capo del 235/o RAV Piceno, Antonio Di Gesù, 38 anni, originario di Nardò (Lecce), è stato rinviato a giudizio dal Gup militare. La caserma è la stessa in cui prestava servizio Salvatore Parolisi.

Secondo quanto emerso dalle indagini in corso, coordinate dal procuratore militare di Roma, l’uomo avrebbe molestato sessualmente una giovane caporale, minacciando la donna di rovinarle la carriera e la vita.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 699 volte, 1 oggi)