ASCOLI PICENO – Un Ascoli più aggressivo e cattivo. E’ questo quello che chiederà ai suoi mister Massimo Silva per la gara di domani (ore 15) al ‘Braglia‘ di Modena contro la quarta forza del campionato. Una gara difficile, dove i bianconeri, visto il recente passato fatto di quattro sconfitte in cinque gare, partono sfavoriti, che però potrebbe essere un’occasione di riscatto importantissima. Supereranno il centinaio i tifosi ascolani a sostegno del Picchio.

Mister Silva, alla vigilia della partenza per l’Emilia, ha spiegato cosa vorrebbe vedere domani in campo. “In allenamento la squadra ha dimostrato tanto spirito e voglia di fare. Ora non ci resta che tradurli in aggressività sul campo. Più del solito, anche da subito. Dobbiamo recuperare palla in una zona del campo più alta per incutere paura all’avversario. E’ una cosa su cui dobbiamo migliorare – spiega il tecnico -, dobbiamo metterci più cattiveria“. Il discorso, poi, si porta come era prevedibile al momento della squadra e alle critiche arrivate per le brutte prestazioni. Lui difende i suoi ma allo stesso momento non si dà colpe, anzi: “Spesso capita che un allenatore dice di voler fare delle cose, ma poi in campo non le vede realizzate. Questo per tanti motivi. A volte, anche fuori casa, avevamo preparato la sfida puntando su esterni più alti, eppure, vedi Reggio e Grosseto, non ci siamo riusciti“.

Infine, sulla formazione, anticipa qualche cambio. “Recupera Peccarisi (leggi la sua intervista nell’articolo dedicato), mi aspetto molto da Conocchioli, mentre spero che Zaza torni a fare tanto movimento, anche in fase di non possesso. Capece? Può avere delle chances“. Approfondendo l’analisi sui possibili undici titolari, Prestia giocherà nel centrodestra difensivo, con Ricci dalla parte opposta nel ruolo di Faisca, squalificato e infortunato. In mezzo le novità maggiori. Con Loviso e Di Donato sicuri titolari, l’altro posto se lo giocano Morosini e Capece, ma quest’ultimo, alla fine, potrebbe avere concessa da Silva la possibilità di mettersi in mostra. Nelle vesti di trequartista come visto in alcuni allenamenti? Domani si vedrà. Prima convocazione per il giovane attaccante primavera Mattia Ruzzier che avrà il numero 32. Arbitra la sfida il signor Luca Pairetto di Nichelino, figlio dell’ex arbitro e disegnatore Pierluigi coinvolto nello scandalo di Calciopoli.

Probabili formazioni:

MODENA (4-3-3): Colombi; Gozzi, Andelkovic, Zoboli, Perna; Moretti, Dalla Bona, Signori; Pagano, Ardemagni, Lazarevic (Surraco). All.: Marcolin.
ASCOLI (3-4-1-2): Guarna; Ricci, Prestia, Peccarisi; Conocchioli, Di Donato, Loviso, Pasqualini; Capece (Morosini); Zaza, Feczesin. All.: Silva.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 294 volte, 1 oggi)