ASCOLI PICENO – A 39 anni dal primo piano regolatore della nostra città, Pier Luigi Cervellati, eminente urbanista, è stato richiamato dall’Arengo per riprendere l’elaborazione del nuovo piano regolatore generale (Prg) in adeguamento al piano paesistico ambientale regionale (Ppar), dopo un periodo di stallo.

Il Rotary Club di Ascoli ha invitato il Professore come relatore dell’incontro “Nuovo Piano Regolatore, nuovo assetto urbanistico, quale opportunità per il territorio?”, che avrà luogo mercoledì 21 novembre alle ore 20, presso il Circolo Cittadino.

In un intervento dello scorso anno, l’urbanista bolognese aveva sottolineato che, punto principale del nuovo piano regolatore, sarebbe dovuto essere quello di restituire alla città delle cento torri una centralità tale, da farla tornare ad essere il polo d’attrazione dei paesi e delle zone circostanti. In questo senso l’assessore Luigi Lattanzi aveva ricordato l’impegno profuso dall’amministrazione Castelli nella realizzazione del Piano Casa Comunale, consistente in case a prezzi agevolati per le giovani coppie o per coloro che volessero tornare a vivere ad Ascoli.

Altro argomento centrale del dibattito voluto dal Rotary sarà sicuramente il futuro della SGL Carbon, motore dello sviluppo cittadino nel XXI secolo, in merito al quale Cervellati ebbe già modo di dichiarare ad ArengoTv: “La vicenda Carbon va inserita in un disegno complessivo della città. Bisogna trovare in fretta cosa può rappresentare oggi, perché dentro la Carbon c’è il futuro di Ascoli.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 731 volte, 1 oggi)