ASCOLI PICENO – Pochi lo sanno, ma molti la festeggerebbero mettendo da parte ideologie politiche. Oggi, 21 novembre, è la ‘Festa dell’albero‘, una celebrazione nata oltre ottant’anni fa per volontà di Arnaldo Mussolini, fratello di Benito. E, proprio per tale ricorrenza, i ragazzi della sezione ascolana de ‘La Foresta Che Avanza‘, costola ecologista di CasaPound, hanno deciso di donare un albero alla città di Ascoli, così come successo in tanti altri comuni d’Italia.

Per il secondo anno consecutivo, questa festa ha come scopo principale quello di denunciare la crescente cementificazione selvaggia in atto nelle città italiane. Spiega, infatti, Dario Orsini, responsabile locale de ‘La Foresta Che Avanza”: “Con tale omaggio vogliamo sottolineare l’inefficienza delle politiche ambientali nel nostro paese, dove il grigio la fa sempre più da padrone a discapito del millenario patrimonio floristico e paesaggistico che da millenni caratterizza la nostra Patria“. Ma la festa, per gli organizzatori, ha anche l’intento “di richiamare alla memoria la figura di Arnaldo Mussolini, il quale aveva istituito tale festività dimostrando un amore senza tempo per la sua terra“.

Dunque, ad Ascoli oggi c’è un albero in più. Si tratta di un piccolo abete (nella foto) che è stato piantato presso i giardini pubblici di viale Alcide De Gasperi. Sul posto, poi, uno striscione: “Buona festa dell’albero”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 221 volte, 1 oggi)