ASCOLI PICENO – Era nell’aria, ma forse nessuno se lo aspettava così all’improvviso: il sindaco di Ascoli Guido Castelli ha revocato la carica di assessore all’Ambiente a Claudio Sesto Travanti. In una breve nota il sindaco scrive che “in data odierna, dopo averne dato preventiva comunicazione ai capigruppo delle forze consiliari di maggioranza, ho provveduto a revocare dalla carica di assessore il signor Claudio Sesto Travanti. La sofferta decisione scaturisce dalla constatata e definitiva compromissione di quell’elemento fiduciario che é posto alla radice del rapporto tra sindaco e suoi delegati all’interno della giunta. L’esigenza di proseguire la proficua azione svolta sinora dall’Amministrazine Comunale nell’interesse della Città richiede che l’esecutivo comunale possa operare in modo coeso, sereno e collegiale, rafforzando quello spirito di servizio che – nonostante la crisi – sta consentendo il pieno rispetto del programma di mandato”.

“Le deleghe già assegnate a Travanti saranno trattenute direttamente dal sottoscritto e non si provvederà alla nomina di altro nuovo assessore. Si determinerá, in questo modo, un effettivo risparmio di spesa istituzionale che andrà a beneficio del bilancio dell’ente e degli obiettivi di equità sociale che ci prefiggiamo di conseguire anche nel 2013” conclude il sindaco.

Decisione che arriva dopo un paio di settimane in cui Travanti aveva annunciato l’intenzione di far nascere una sua associazione, e probabile lista civica nel 2014, “Azione Popolare”. E a due giorni dalla intervista rilasciata a PicenoOggi.it nella quale Travanti lanciava pesanti accuse al sindaco e a tutto il gruppo ex Alleanza Nazionale confluito nel Pdl, annunciando ufficialmente la nascita di Azione Popolare venerdì 30 novembre.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 761 volte, 1 oggi)