ASCOLI PICENO – Il Coordinamento di Libera Ascoli Piceno riprende le sue attività per l’anno sociale 2012-2013 ed il primo appuntamento pubblico sarà il prossimo 12 Dicembre alle ore 18 presso Sala dei  Savi, in collaborazione con la Cna Ascoli Piceno.

“Quest’anno l’intenzione del coordinamento è di trovare collaborazioni sul territorio in modo più concreto e questo è un primo passo che riteniamo importate. Invitiamo quindi la cittadinanza a partecipare all’iniziativa Libera la Giovane Impresa – si legge nella nota stampa – cui prenderanno parte, fra gli altri, il vice presidente nazionale di Libera, don Marcello Cozzi, responsabile anche degli Sportelli della Legalità su tutto il territorio nazionale”.

Fare impresa nella legalità conviene ed è importante non giustificare più l’elusione e l’evasione, perché oggi questi comportamenti rappresentano un costo reale per ognuno di noi e non possiamo né vogliamo più permetterlo. Peraltro, in tempo di crisi, la criminalità possiede capitale e liquidità che troppo spesso inserisce nel circuito legale attraverso il riciclaggio, l’usura, il racket. Noi di Libera con tutti voi vogliamo dire di no” continua la nota.

L’incontro del 12 dicembre è aperto a tutti. Gli insegnanti interessati a valutare il convegno ai fini dei crediti formativi possono contattare la CNA all’indirizzo e-mail tamburri@cna.it per richiedere attestati di partecipazione e crediti per gli studenti.

Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie” è nata il 25 marzo 1995 con l’intento di sollecitare la società civile nella lotta alle mafie e promuovere legalità e giustizia. Attualmente Libera è un coordinamento di oltre 1500 associazioni, gruppi, scuole, realtà di base, territorialmente impegnate per costruire sinergie politico-culturali e organizzative capaci di diffondere la cultura della legalità. La legge sull’uso sociale dei beni confiscati alle mafie, l’educazione alla legalità democratica, l’impegno contro la corruzione, i campi di formazione antimafia, i progetti sul lavoro e lo sviluppo, le attività antiusura, sono alcuni dei concreti impegni di Libera. Libera è riconosciuta come associazione di promozione sociale dal Ministero della Solidarietà Sociale. Nel 2008 è stata inserita dall’Eurispes tra le eccellenze italiane.  Nel 2012 è stata inserita dalla rivista The Global Journal nella classifica delle cento migliori Ong del mondo: è l’unica organizzazione italiana di “community empowerment” che figuri in questa lista, la prima dedicata all’universo delle attività senza scopo di lucro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 142 volte, 1 oggi)