ASCOLI PICENO – Un incontro “tecnico” che però ha richiamato un buon numero di partecipanti (tra i quali diversi esponenti del Pdl ascolano e sambenedettese), quello organizzato alla libreria Rinascita di Ascoli Piceno dal Movimento 5 Stelle cittadino. “Biomassacrati dalle Biomasse“, il titolo dell’incontro, nel quale sono stati illustrati alcuni “inganni” economici e alcuni pericoli “ambientali” del programma di insediamento di centrali a biomassa nelle Marche ma anche nel vicino Abruzzo, tanto che la Vallata del Tronto, per congiunzione delle politiche delle due regioni, rischia di trasformarsi nel principale snodo delle biomasse da Pesaro a Vasto.

Sono intervenuti, durante l’incontro, Massimo Gianangeli, Consigliere Comunale del MoVimento 5 Stelle di Jesi e Presidente del Comitato per la Tutela della Salute e dell’Ambiente della Vallesina, Domenico Marozzi, Referente Comitato Anti Inquinamento Castel di Lama (impianto Ascoli Piceno), Valerio Camela, Referente Associazione localMENTE per l’impianto Appignano del Tronto, Emidio Morganti e Sergio Lupi, Referenti Comitato Salute Pubblica per l’Impianto Colonnella, Peppe Giorgini, Refereente MoVimento 5 Stelle San Benedetto del Tronto e Referente Comitato No Gas a San Benedetto.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 851 volte, 1 oggi)