ASCOLI PICENO – Procedono a ritmo serrato le indagini della Procura di Ascoli Piceno, sul caso della nube tossica che la notte tra il 22 ed il 23 novembre scorso stazionò per diverse ore nei cieli della zona industriale del Basso Marino, creando allarme e sconcerto tra i cittadini.

Nel mirino, gli impianti della Uniproject:”Abbiamo consegnato – dichiara Fabrizio Martelli, direttore dell’Arpam – al Sostituto Procuratore, Cinzia Piccioni, tutti i resoconti delle analisi di laboratorio effettuate in questi giorni. La situazione è abbastanza complessa, per cui sarebbe azzardato trarre conclusioni affrettate, ma al momento stiamo lavorando sullo scarico e sulle condotte della Uniproject, cercando inoltre di ricollegare anche autorizzazioni e gestioni dell’impianto stesso. Il 14 dicembre prossimo, conclude, ci sarà un altro incontro in Procura,  ed in quella sede vedremo cosa deciderà il magistrato”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 367 volte, 1 oggi)