ASCOLI PICENO – “La situazione è a dir poco allarmante: tra ampie fratture e vistose infiltrazioni il muro di contenimento avanza giorno dopo giorno, millimetro per millimetro, proprio a ridosso delle abitazioni. Le istituzioni prendano provvedimenti: il muro perimetrale è avanzato di circa trenta centimentri dalla sua costruzione e la strada al di sopra sta sprofondando”, è questo l’appello dei residenti di Monticelli.

È innegabile come in pochi anni il marciapiede sia sceso di diversi centimetri ed osservando la strada dal basso, ossia da largo dei Fiordalisi, risulta ancora più evidente. Alcuni mesi fa sono state applicate sul marciapiede delle aste di ferro per verificare l’avanzamento ma, come documentato dalle immagini, si sono già spezzate.

Sebbene siano soltanto strade secondarie via delle Begonie e largo dei Fiordalisi sono quotidianamente frequentate per diversi motivi: oltre a fare da collegamento con l’ospedale provinciale Mazzoni e la chiesa di San Giovanni Battista, strettamente adiacente alla strada vi sono la struttura didattica che ospita una scuola media ed il centro di formazione della facoltà di Scienze Infermieristiche e una palestra comunale, senza considerare che proprio in via delle Begonie passa tutti i giorni  un autobus di linea, oltre ai vari scuolabus e ai palazzi che si trovano a pochi metri dal muro di contenimento. Dopo le continue frane degli ultimi anni, alcune causate anche da temporali di modesta intensità, gli abitanti di uno dei quartieri più popolosi della città chiedono soltanto di evitare una tragedia annunciata.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.007 volte, 1 oggi)