ASCOLI PICENO – Un sindaco Castelli proiettato nelle telecamere nazionali della Rai: dopo che lunedì ha trovato uno spazio su una rubrica del Tg2, oggi, martedì 11 dicembre, il primo cittadino di Ascoli Piceno è stato ospite in studio ad Agorà, su RaiTre, trasmissione dove era stato invitato anche di recente. Tema sul tavolo della discussione, ovviamente, il “ritorno” di Silvio Berlusconi e il mutamento della politica italiana in vista delle imminenti elezioni.

L’intervento di Castelli è iniziato alle 9:44 e termina 4 minuti dopo, all’interno del blocco intitolato “Eleggo dunque sono”.

Ed è stato un Castelli, presentato dal conduttore Andrea Vianello come rappresentante dei “rottamatori” del Pdl, che si è smarcato dal suo presidente del Pdl: “Non è incoraggiante pensare che la selezione dei parlamentari da candidare sarà fatta attraverso delle cene ad Arcore“, ha detto, al che il conduttore lo ha interrotto: “Sindaco, non vorremmo si mettesse nei guai”. Lesta la risposta di Castelli: “Da sindaco sono abituato a dire la verità. Il problema non è la selezione dei parlamentari, ma che questo avvenga attraverso un confronto democratico stante la volontà di Berlusconi di rinnovare”.

Da Castelli anche una stoccata al governo Monti: “Il Presidente del Consiglio dice che in un anno non si potesse fare niente di meglio, ma io ricordo che semplicemente aumentando la tassazione sul gioco d’azzardo sarebbe stato possibile recuperare 3 miliardi di euro, che sarebbe stato molto utile da assegnare agli enti locali. L’idea che non si possa fare niente è fuorviante. E soprattutto, adesso tutti si chiedono cosa faranno in futuro”.

Sul tema delle Parlamentarie del Movimento Cinque Stelle e probabilmente in quelle del Partito Democratico, Castelli aggiunge: “Il problema dei problemi, piuttosto che chiosare sulle dichiarazioni di Berlusconi, è che la legge elettorale non è stata modificata, e qualunque fosse il sistema di selezione avremo parlamentari più legati ai vertici del partito che al territorio che li ha eletti”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 903 volte, 1 oggi)