ASCOLI – Soddisfatti e divertiti i tanti spettatori che hanno assistito allo spettacolo di Vincenzo Salemme “Il diavolo custode”,  andato in scena al Ventidio Basso lunedì 10 dicembre e martedì 11, e di cui il mattatore napoletano è anche autore e regista.

Come un Seneca dei nostri giorni l’attore veste i panni di un esilarante diavolo che tenta il buono e mite Gustavo interpretato da uno strepitoso Domenico Aria coinvolgendo il pubblico, tra una risata e un’altra, in una riflessione sulla frenetica vita dei giorni d’oggi e sull’importanza di riscoprire l’antica arte di oziare e di parlare con le persone a noi vicine. Piovono applausi al momento degli inchini per Salemme e per tutta la compagnia formata, oltre che dai già citati, anche da Nicola Acunzo, Floriana De Martino, Andrea Di Maria, Antonio Guerriero, Raffaella Nocerino, Giovanni Ribò.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 290 volte, 1 oggi)