ASCOLI PICENO – Giovedì 13 dicembre alle ore 21 presso l’Auditorium San Pietro in Castello si svolgerà il saggio finale del laboratorio di teatro interculturale “L’arte di mezzo”, organizzato nell’ambito del progetto “Cammini Comuni”, ideato e realizzato dall’Associazione Cose di Questo Mondo insieme alla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno e alle associazioni Centro Studi Musica Moderna, Laboratorio Minimo Teatro, Afrik Diaspora e Ganap Guardians.

Il laboratorio ha tra i suoi obiettivi quello di rispondere al bisogno di evitare l’emarginazione sociale dei giovani, in particolare dei giovani immigrati e di quelli appartenenti alle seconde generazioni, che, nella società sempre più multiculturale in cui viviamo, sono frequentemente soggetti a situazioni di intolleranza e razzismo. Attraverso questo laboratorio si sono voluti creare dei momenti d’integrazione e scambio vero, attraverso lo strumento del teatro. Ciò è stato raggiunto con rapidità e naturalezza attraverso il grande entusiasmo mostrato dai giovani partecipanti, dalla loro voglia di mettersi in gioco e sperimentarsi, andando anche oltre i limiti psicologici del giudizio, della vergogna e delle maschere sociali che spesso ci troviamo ad indossare.

Le nazionalità che hanno avuto maggiore rappresentazione sono state la Grecia, Albania, Tunisia, Senegal, Benin, Filippine, Italia. Durante gli incontri sono stati proposti esercizi, di base ludico-pedagogico, per la conoscenza e la creazione del gruppo e per il rafforzamento della fiducia, oltre ad esercizi più specifici, di tecnica teatrale, per lo sviluppo della coscienza del proprio corpo e di tutte le sue enormi e nascoste capacità, quale strumento di comunicazione.

“L’arte di mezzo” è una dimostrazione di come opera il Terzo Settore della nostra Comunità e di come, attraverso la realizzazione di sinergie e collaborazioni, produce valore.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 102 volte, 1 oggi)