ASCOLI PICENO – Seconda presenza al ‘Del Duca’ per Alessandro Calori e seconda sconfitta. Dopo il 3-1 dello scorso 21 aprile, batte ancora le Rondinelle. Tutto in 3′ grazie alle reti di Fossati e Feczesin. Grande prova corale della squadra bianconera, superiore fin da subito agli ospiti per grinta e aggressività. Migliore in assoluto Peccarisi, salvatore su Corvia e autentico tergicristalli della difesa. Ottimo anche Di Donato, protagonista su entrambi i gol. Questi i voti di PicenoOggi.it ai protagonisti della gara.

GUARNA 6: Le conclusioni sono o deboli o centrali, ma i pericoli sono sulle palle alte che quando può blocca. Ne sbaglia un paio, ma si rifa uscendo bene su Corvia nel secondo tempo e controllando bene il resto.

RICCI 6,5: Si capisce sempre più perché uno come Giampaolo nel suo breve periodo cesenate lo vedeva tra i titolari in serie A. Non sbaglia un intervento ed è da applausi quando sul finire va sul versante opposto al suo per coprire un’avanzata bresciana.

PECCARISI 8: Il duello più atteso era tra i titani Peccarisi e Caracciolo. Peccato che, grazie al primo, il secondo non si è mai visto. Sovrastato sulle palle alte, chiuso negli scatti. Intervento alla ‘Franco Baresi’ quando recupera su Corvia solo davanti a Guarna, fondamentale per la vittoria.

FAISCA 6: Croce e delizia. Qualche sbaglio di impostazione vanifica i diversi palloni recuperati. Anche merito suo se Corvia e Caracciolo restano a secco.

SCALISE 7: Nel primo tempo non trova molte occasioni per affondare, ma nella ripresa trova il binario giusto per arrivare sul fondo e mettere palle velenose in mezzo. Assist man in entrambi i gol, specie nell’ultimo dove è bravo ad attendere il movimento di Feczesin.

DI DONATO 7,5: Recupera palloni su palloni ed aiuta Loviso in fase d’interdizione, visto che Fossati ha compiti da guastatore qualche metro più avanti. Prestazione addolcita dai lanci per Scalise che innescano le reti.

LOVISO 6: Regista a tutto campo, impreciso sulle punizioni dove Nasca piazza gli piazza la barriera troppo vicino. Sbaglia qualche appoggio di troppo in fase di ripartenza.

 

PASQUALINI 6: Dalla sua non passa nessuno, anche se Stovini pensa più a contenere che ad avanzare. Quando può sale, aiutato spesso dagli ‘appoggi’ di Feczesin e Zaza.

FOSSATI 6,5: Non la migliore prestazione nel ruolo che forse, per tecnica e movenze, gli si addice di più. Ma il gol del vantaggio è una perla: controllo e tiro di sinistro in controbalzo sotto l’incrocio.

ZAZA 6,5: E’ giovane, ma potrebbe già insegnare nella scuola della tecnica calcistica i fondamentali per proteggere il pallone. Potete tirarglielo con un cannone, lui lo stoppa e lo nasconde. Nasca e la sfortuna gli negano la possibilità di andare in gol.

FECZESIN 7: Come il compagno lavora di sponda e spalle alla porta. Nel primo tempo spara addosso ad un difensore, ma nella ripresa attacca da vecchia volpe il primo palo e mette dentro il quarto gol stagionale.

SILVA 7: E’ agitato più del solito, specie nel finale quando le sue urla dalla panchina rimbombano fin sotto le logge del centro. Dà la carica giusta, vista la serata, alla squadra, brava a non mollare e a cercare la vittoria.

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 577 volte, 1 oggi)